Visual storytelling per l’arredamento

Nel periodo in cui ho lavorato come product designer, ho avuto spesso l’incarico di progettare e finalizzare strategie di visual storytelling per linee di arredamento create in collaborazione con alcune aziende leader del settore.

Mi piace proporre qui, via via, alcuni visual che, a mio avviso, sono riusciti particolarmente bene e hanno contribuito ad aumentare le vendite del prodotto e a migliorarne la percezione.

Questa volta, condivido il visual realizzato per la collezione notte di un’azienda leader nella produzione di arredamenti in stile rustico e country.

La richiesta, da parte del committente, era di progettare e realizzare una nuova collezione notte, riprendendo le linee della precedente, sempre in stile country, ma rendendola più chic e più raffinata, in maniera da strizzare l’occhio a un target di clientela più alto, senza però aumentare il prezzo finale di vendita.

In casi come questo è di fondamentale importanza tenere sempre sotto controllo i costi di produzione e di approvvigionamento materiali: ottimizzare questi aspetti è importantissimo se si vuole migliorare la qualità del prodotto senza intaccare i margini e senza rialzare i listini.
Per migliorare il prodotto e la qualità che l’immagine di esso trasmetteva, sono state inserite nuove finiture più eleganti, nuovi colori studiando le tendenze arredo che si venivano affermando, nuovi modelli per offrire un maggiore assortimento, nuovi rivestimenti e nuovi complementi d’arredo. Questi ultimi sono il “tocco finale”, danno una marcia in più perché rendono “vivo” un allestimento, che altrimenti darebbe la stessa impressione di freddezza che a volte si ha quando si visitano le esposizioni di mobili… Mentre, invece, il potenziale acquirende deve potersi immaginare in quell’ambiente.

Infine, d’accordo col cliente, si è poi deciso di dare un’immagine più chic, ma soprattutto più emozionale, che venisse incontro anche alle richieste dei clienti più esigenti e che potesse incontrare il favore del pubblico anche all’estero, dove lo stile country, per l’arredamento, è ben conosciuto e piace a moltissime persone, a prescindere dal fatto che, effettivamente, vivano o meno in una casa fuori città o circondata dal verde. Anzi, proprio il desiderio di vivere in un ambiente più naturale è probabilmente uno dei motivi del successo che questo stile ha.

Da tutte queste considerazioni, e dagli sforzi per metterle in pratica è nata la “Romantic Collection” e il visual storytelling collegato.

I risultati raggiunti da questa linea, già dopo i primi mesi della commercializzazione, sono stati:

  • un sensibile aumento vendite nel mercato interno (cioè in Italia);
  • L’ingresso e un ottimo riscontro in nuovi mercati esteri, nei Paesi dell’Est e, in particolar modo, nei Paesi del Nord Europa;
  • Incremento dell’attività di cross-selling legata ai complementi (oltre alla camera, anche i complementi d’arredo sono stati messi in catalogo: tavolino, poltroncina, tappeto, tendaggi, cuscinetti, trapunte, lampade…) e ai nuovi rivestimenti;
  • Aumento della clientela in un target di pubblico medio-alto;
  • Una nuova fascia di pubblico che desiderava il prodotto: i teenager;
  • Ingresso in una nuova nicchia di mercato: con questa collezione, l’azienda è entrata nel contract per alberghi, residence e agriturismi.

Oltre alla qualità del prodotto, il successo della Romantic Collection è stato determinato anche dall’immagine che del prodotto stesso si è voluto dare, a dimostrazione dell’importanza del visual storytelling per la comunicazione commerciale.